Non dire gatto...se non ce l'hai nel piatto!

05 novembre 2014



Mentre il mio gatto di 3 mesi si agita per casa come un piccolo demonio, io fantastico su un dolce amico pelosetto che dorme tranquillo sul divano. Niente corse sfrenate, agguati, balzi e piroette degni di un ninja.
Quando crescerà so già che rimpiangerò la sua "infanzia", mi mancheranno le risate che mi provoca vederlo litigare con la sua immagine riflessa sul vetro della finestra; sospirerò nel ricordare quando, a ripetizione, mi tocca accoglierlo mentre mi riporta la pallina perchè io gliela rilanci. Quanto, 100 volte al giorno? Forse pure di più! Ed ancora, mi mancheranno i suoi miagolii da cucciolo, le zampine posteriori che spingono frenetiche mentre con quelle anteriori mi trattiene per mordicchiarmi meglio i polsi. Eh già, eccome se mi mancherà tutto questo.
Però diciamo che in questo preciso istante sarebbe bello, ecco, godere di un momento di tranquillità!

Che dite, ce la meritiamo almeno a tavola? Questo dolce gattino ai 5 cereali (farro, orzo riso, avena e grano) è un concentrato di bontà e di tenerezza.
Ed è anche un secondo piatto sano e nutriente per i vostri bambini.
L'impasto, facilissimo, prevede l'utilizzo di cereali, un ovetto, parmigiano, sale, timo, rosmarino e pan grattato.

Ma vediamo meglio come si prepara.

Ingredienti per il "gatto nel piatto":


300 gr di cereali lessati in acqua con qualche rametto di rosmarino
2 cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato

4 cucchiai di pan grattato
1 uovo 
olio extra vergine di oliva
sale fino q.b.
timo q.b.
poca farina di kamut
crescenza o salsa al pomodoro per accompagnare

Una volta lessati, scolate i cereali dalla loro acqua ed eliminate il rosmarino. Se desiderate, al loro posto potrete usare anche delle lenticchie. Aggiungete l'uovo, il parmigiano, il sale, il timo, e il pan grattato. Mescolate tutto e con le mani create le forme della testa, della coda, delle orecchie del vostro gatto (foto in alto). Infarinate ogni sezione leggermente con farina di kamut e adagiatele su un teglia ricoperta di carta forno, spennellata con olio extra vergine di oliva.
Passate in forno già caldo a 180° per 15 minuti, rigirando le diverse parti a metà cottura, così da garantire una cottura omogenea su ambo i lati.
Una volta cotto, estraete il "gatto" dal forno; montatelo nel piatto (come mostrato in foto) e guarnite con salsa al pomodoro o con un po' di crescenza fusa: i vostri bambini gradiranno e voi... con loro!




Gnocchi-mummia alla zucca per Halloween

29 ottobre 2014



Devo ammetterlo: mi sto divertendo un sacco ad inventare mostri improbabili per Halloween. Si è iniziato l'anno scorso con gufi, ragni e fantasmi, per proseguire quest'anno con pipistrelli e mummie.
Come avrete notato, è già da qualche tempo che ho deciso di creare ricette food4kids divertenti, ma soprattutto sane. Preparate con ingredienti semplici - senza lesinare sulle tanto vituperate verdure - destinate a catturare l'occhio dei vostri bambini ma anche a nutrirli con la loro genuinità.
Mi piacerebbe conoscere i vostri pensieri a riguardo, sapere cosa i vostri bambini mangiano con più riluttanza, in modo da fare tesoro dei vostri suggerimenti per nuove creazioni.
Potete scrivermi in ogni momento via email o sulla mia pagina Facebook.

Detto questo, passiamo alla ricetta di oggi. Si tratta di deliziosi gnocchi preparati con zucca e patate, serviti su un letto di crema di formaggio.
Per preparare gli gnocchi, seguite le indicazioni che trovate a questo link.Anzichè con la crema di taleggio, potrete condirli con olio extra vergine di oliva ed una spolverata di parmigiano.

Per la presentazione, distribuite gli gnocchi nel piatto facendo loro assumere la forma di un corpo umano; utilizzate poi alcune sottilette tagliate a striscioline sottili per realizzare le bende della vostra spaventosissima mummia!

Vi è piaciuta l'idea? Codividetela anche con le altre amiche mamme!

Una o più delle ricette food4kids vi è piaciuta al punto da riprodurla a casa insieme ai vostri bambini? Scattate una foto della vostra creazione e postatela sulla mia pagina Facebook!

Buon #Halloween a tutti! Ci rivedremo presto sul blog con nuove creazioni... a tema natalizio!


Food Blog Awards 2014: storia di un soggiorno ischitano da farfalle nello stomaco

27 ottobre 2014





“Cara Alessia, è con grande piacere che le comunico che il suo blog Menta Piperita & co. è risultato vincitore dei Food Blog Awards 2014 nella categoria Baby Food”.

Tutto inizia così, via email, un uggiosissimo lunedì di ottobre. Per la precisione, di lunedì 13 ottobre.
Resto interdetta per un po’. Gli occhi strabuzzanti e la bocca semi aperta di chi pensa di non aver capito bene.

Poco dopo arriva l’annuncio ufficiale sul sito di Malvarosa Edizioni, che suggella in maniera definitiva ed insindacabile che , Menta Piperita & co. è stato proclamato vincitore unico nella sua categoria e che no, non si è trattato di un’allucinazione, di una svista o di un errore di battitura. Ehi, son proprio io, esclamo incredula, dandomi anche qualche pizzicotto per scongiurare l’eventualità di stare sognando ad occhi aperti.
Abbraccio trionfante il gatto e pure il fidanzato (in fondo mi sopporta e se lo merita anche lui) e prendo a saltellare per casa come una baccante colta da invasamento allo stato puro.
Torno in me poco dopo, ma solo per diventare preda di una cocente preoccupazione, che subitanea mi attanaglia: cosa mi metto ad Ischia??? La questione è annosa, per una che normalmente, quando è elegantissima, indossa scarpe da tennis, jeans e maglietta.


Un pipistrello per cena? Ad Halloween tutto è possibile!

24 ottobre 2014



Brrrr.... Brividi di freddo e di paura mi attraversano tutta.
Stavolta ho davvero esagerato, riuscirò a prendere sonno questa notte?
Speriamo che i vostri bimbi non si impressionino oltre misura, con una creatura delle tenebre come questa nel piatto, tanto abominevole e terrificante! :)
Sì, lo so, non ci crede nessuno. Ma è pur sempre Halloween e dovevo pur fare un po' di scena!

Devo essere onesta. A parte gli aracnidi per i quali non nutro molta simpatia (ad eccezione di Dorothy e Penelope, le ragnette aracnofobiche che si spaventano a morte ogni volta che si guardano l'un l'altra, per non parlare poi di quando si vedono riflesse in uno specchio), io, sentendomi sotto sotto un po' strega,  adoro Halloween e tutto ciò che a questa ricorrenza normalmente si associa: gatti neri, bare, mummie, gufi, pipistrelli, zucche che diventano lanterne, mostri improbabili....tutto insomma, tutto.


Un cheesecake salato... davvero Special

22 ottobre 2014



Su due piedi, d'istinto e senza averlo mai provato, sembra davvero difficile pensare che mozzarella, pomodoro e muesli possano creare un'armonia di gusto tanto gradevole.
E se non lo avessi provato di persona, posso assicurarvi che non ci avrei creduto nemmeno io.

La felice scoperta risale alla fine di settembre, in occasione di un brunch davvero speciale organizzato per noi da Kellogg, che ha accolto me ed altri colleghi blogger nel suggestivo appartamento Lago di via Brera a Milano. Ad attenderci, un meraviglioso tavolo imbandito, un'atmosfera deliziosamente bucolica e le ricette creative del giovane e talentuoso chef  Diego Bongiovanni, che ha creato ad hoc per l'occasione ricette sfiziose, sia dolci che salate, a base di crunchy muesli.